sabato 19 maggio 2018

PARIGI A PIEDI NUDI di Abel & Gordon: le tragicomiche peripezie di una singolare coppia di personaggi.


48 anni fa Martha ( Emmanuelle Riva ) ha lasciato il suo freddo e sperduto villaggio in Canada per trasferirsi a Parigi; e adesso, giunta alla veneranda età di 88 anni, sola e con la memoria che spesso le gioca brutti scherzi, rischia di dover andare a vivere contro la sua volontà in una casa di riposo.
Terrorizzata dall’idea che ciò accada, chiede quindi aiuto alla nipote Fiona ( Fiona Gordon ), un’imbranata bibliotecaria di mezz’età che vive ancora in Canada.
Quest’ultima, non appena riceve la lettera  dell’anziana zia, parte per Parigi, ma una volta giunta nella capitale francese, scopre purtroppo che Martha è misteriosamente scomparsa, e quindi si mette immediatamente sulle sue tracce.
Per lei questo è solamente l’inizio di un’infinita serie di tragicomiche peripezie nelle quali è però costantemente accompagnata da Dom ( Dominique Abel ), un curioso clochard parigino conosciuto poco dopo il suo arrivo in Francia.
Grazie a lui, la goffa Fiona riuscirà a trovare molto di più di ciò che sta realmente cercando…


Parigi a piedi nudi” è un’originale e gradevolissima commedia, nella quale, grazie al genio della supercollaudata accoppiata Abel & Gordon – autori, registi nonché interpreti di questa fortunata pellicola – l’indimenticabile comicità di Jacques Tati e degli attori del cinema muto torna a rivivere, e soprattutto a divertire, sullo schermo.
Sullo sfondo di una Parigi particolarmente colorata assistiamo infatti alle divertenti disavventure di una singolare coppia di personaggi, i quali, sebbene caratterizzati da due percorsi di vita diametralmente opposti, finiscono per trovarsi inaspettatamente in sintonia.
In effetti, l’amore, la solitudine, il sopraggiungere della vecchiaia, ma soprattutto l’accettazione del diverso, sono solo alcune delle importanti tematiche che, sebbene con il sorriso, “Parigi a piedi nudi” riesce ad affrontare.
Grazie all’indiscutibile bravura dei rispettivi interpreti, Fiona e Dom danno l’impressione di essere usciti direttamente da un cartone animato, contribuendo così a sottolineare il carattere decisamente surreale della pellicola.
Ad affiancarli, ritroviamo con piacere il sempre divertente Pierre Richard, e la straordinaria Emmanuelle Riva, qui nella sua ultima e commovente interpretazione.


Titolo: Parigi a piedi nudi ( Paris pieds nus )
Regia: Abel & Gordon
Interpreti: Dominique Abel, Fiona Gordon, Emmanuelle Riva, Pierre Richard
Nazionalità: Francia, Belgio
Anno: 2016

lunedì 7 maggio 2018

“La casa sul mare” di Robert Guédiguian: quando la salvezza dell'essere umano passa attraverso l’aiuto e l’ascolto del prossimo.



A Méjean, una piccola baia nei pressi di Marsiglia, tre fratelli si ritrovano attorno al capezzale del padre malato.
C’è Angèle ( Ariane Ascaride ), un’attrice non più giovane, che nonostante siano oramai trascorsi vent’anni non ha ancora elaborato il lutto per la perdita dell’amata figlioletta, avvenuta a seguito di un tragico incidente.
Joseph ( Jean-Pierre Darroussin ), un ex-manager in crisi depressiva da quando ha perduto il lavoro, il cui rapporto con la giovane fidanzata Bérangère ( Anaïs Demoustier ) è oramai giunto al capolinea.
E infine c’è Armand ( Gérard Meylan ); dei tre, l’unico a essere rimasto a Méjean, dove continua a gestire il vecchio e modesto ristorante di famiglia.
Questa riunione forzata finisce ben presto per riportare a galla vecchi rancori e incomprensioni tra i tre fratelli, ma soprattutto spinge inevitabilmente ognuno di essi a fare un bilancio della propria vita.
L’inaspettato ritrovamento di tre bambini, miracolosamente scampati al naufragio di un’imbarcazione di migranti avvenuto sulle coste di Marsiglia, riuscirà a dare un nuovo significato alle loro esistenze?



A far da sfondo alla sua ultima pellicola presentata alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, Robert Guédiguian  ha scelto una suggestiva villa con vista sul Mar Mediterraneo.
Nel tornare ad affrontare i temi a lui tanto cari, con “La casa sul mare” ha portato sullo schermo le intense vicende di una famiglia che da troppi anni ha perduto la sua unità, avvalendosi ancora una volta del formidabile trio d’interpreti Ascaride – Darroussin – Meylan.
Un imprevisto ritorno nei luoghi natali può essere una preziosa occasione per tentare di rinsaldare legami alla base del cui allentamento sussistono però diverse questioni ancora irrisolte; e così, al cospetto di un padre che oramai non può più consigliarli nelle loro scelte, Angèle, Joseph e Armand si chiudono nel silenzio dei loro pensieri, domandandosi al tempo stesso che ne è rimasto dei grandi ideali della loro gioventù.
Sebbene per motivi diversi, ognuno di essi sembra vivere nel rimpianto per ciò che non è stato, e la prospettiva dell’inesorabile scorrere del tempo di certo non li aiuta a modificare la propria visione del presente.
E’ solamente nel momento in cui decidono di prendersi cura dei tre minori, che i fratelli Barberini sembrano ritrovare una nuova comunione di intenti, ma soprattutto la traccia di quei valori che gli sono stati trasmessi con continuità fin dagli anni della loro infanzia e che credevano di aver perduto per sempre.
Una commossa riflessione del regista sul fatto che la salvezza di ogni essere umano  passa inevitabilmente attraverso l’aiuto e l’ascolto del prossimo.


Titolo: La casa sul mare( La villa )
Regia: Robert Guédiguian
Interpreti: Jean-Pierre Darroussin, Ariane Ascaride, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier
Nazionalità: Francia
Anno: 2017

martedì 1 maggio 2018

“L’amore secondo Isabelle” di Claire Denis: il continuo e disperato peregrinare di una donna alla ricerca dell’anima gemella.



Isabelle ( Juliette Binoche ) è un’estrosa pittrice di mezza età, divorziata e con una figlia.
Dall’aspetto ancora decisamente piacente, la donna non vuole assolutamente arrendersi  all’idea di rimanere da sola.
Alla disperata ricerca di un amore che possa nuovamente riempire le sue giornate, intraprende una serie di relazioni sentimentali che puntualmente si rivelano un disastro, e dalle quali ne esce alquanto delusa.
Dopo aver interrotto la sua storia con un arrogante banchiere, che si dichiara pazzo di lei ma che allo stesso tempo le confessa candidamente di non voler lasciare sua moglie, decide quindi di concedersi a un attore insoddisfatto della propria vita, per poi ritrovarsi tra le braccia di uno sconosciuto incontrato casualmente in discoteca con il quale crede di essere finalmente approdata a un porto sicuro; ma le evidenti differenze tra loro due finiscono ben presto per decretare la fine del loro rapporto, lasciando Isabelle sempre più insicura di se stessa.
In questo suo continuo peregrinare alla ricerca dell’anima gemella, Isabelle arriva perfino a rivolgersi a un sensitivo; riuscirà quest’ultimo a infonderle finalmente la fiducia necessaria a guardare al futuro con maggiore ottimismo?


Partendo da “Frammenti di un discorso amoroso”, il celebre saggio di Roland Barthés, con questa sua pellicola la regista ha portato sullo schermo il complesso ritratto di una donna all’apparenza indipendente e spregiudicata, ma in realtà prigioniera delle sue mille paure e insicurezze, e proprio per questo estremamente bisognosa di amare ma soprattutto di essere amata.
In realtà “L’amore secondo Isabelle va ben oltre tutto ciò; in effetti nell’affrontare il modo in cui, con evidente difficoltà, la protagonista si rapporta con l’universo maschile, Claire  Denis  finisce inevitabilmente per spostare l’attenzione su ciò che di negativo caratterizza una certa tipologia di uomini.
L’interpretazione di Juliette Binoche  è semplicemente straordinaria; in questo tragicomico gioco delle parti l’attrice francese si muove infatti con incredibile disinvoltura, riuscendo a far brillare tra le lacrime e i sorrisi  quel bel sole interiore” che Isabelle porta dentro di sé, e che il corpulento veggente interpretato da Gérard Dépardieu ( illustre cameo del film insieme a quelli di Josiane Balasko e Valeria Bruni Tedeschi ) le consiglia di non smettere mai di cercare.



Titolo: L’amore secondo Isabelle ( Un beau soleil intérieur )
Regia: Claire Denis
Interpreti: Juliette Binoche, Gérard Dépardieu, Josiane Balasko, Valeria Bruni Tedeschi
Nazionalità: Francia
Anno: 2017

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...