lunedì 28 gennaio 2019

IL RITORNO DELL’EROE di Laurent Tirard: una spassosa commedia in costume per il mattatore Jean Dujardin.



Borgogna 1806. Charles-Grégoire Neuville ( Jean Dujardin ) è un capitano dell’esercito francese che si è sempre contraddistinto per la sua innegabile codardia.
Impenitente dongiovanni, nel tentativo di accrescere il proprio prestigio sociale decide di chiedere in sposa la giovane Pauline Beaugrand ( Noémie Merlant ), appartenente a una delle famiglie aristocratiche più in vista della regione; ma subito dopo il fidanzamento è costretto a partire alla volta del fronte austriaco dove lo attende una nuova guerra, promettendo però alla futura sposa di scriverle tutti giorni.
Tuttavia le settimane passano senza che l’uomo faccia avere sue notizie alla povera Pauline, gettandola così nello sconforto più profondo.
Decisamente preoccupata per lo stato di salute della sorella minore, l’ingegnosa Elisabeth ( Mélanie Laurent )  si “sostituisce” allora al capitano, iniziando a scriverle delle lettere e, ritenendo che l’uomo oramai non tornerà più, arrivando perfino a farlo “morire”.
Tre anni dopo, però, Neuville ( che nel frattempo ha disertato l’esercito ), si ripresenta con la ferma intenzione di riprendere la sua relazione con Pauline.
Determinata a contrastare i suoi piani, ben presto Elisabeth instaura con lui una guerra senza alcuna esclusione di colpi…


Con “Il ritorno dell’eroe il regista francese Laurent Tirard ci regala una spassosa commedia in costume con uno strepitoso Jean Dujardin.
Quello del capitano Charles-Grégoire Neuville  è infatti uno dei ruoli a lui più congeniali che riconferma tutta la bravura e la simpatia del mattatore francese, oramai ben note  non solamente al pubblico d’Oltralpe.
Ad affiancarlo in questa sua ennesima e fortunata esperienza cinematografica troviamo una Mélanie Laurent particolarmente frizzante; con la sua Elisabeth l’attrice francese riesce infatti a farsi apprezzare anche in un ruolo per lei decisamente insolito all’interno di una pellicola che mescola abilmente avventura e sentimenti, e caratterizzata, oltreché da dialoghi particolarmente brillanti, da un’accurata ricostruzione storica.


Titolo: Il ritorno dell’eroe ( Le retour du héros  )
Regia: Laurent Tirard
Interpreti: Jean Dujardin, Mélanie Laurent, Noémie Merlant, Féodor Atkine, Laurent Bateau
Nazionalità: Francia
Anno: 2018

domenica 20 gennaio 2019

IL PICCOLO INQUILINO di Nadège Loiseau: i tragicomici risvolti di una gravidanza del tutto inaspettata.



Nicole Payan ( Karin Viard ) è una quasi cinquantenne con un impiego da casellante e una famiglia alquanto strampalata sulle spalle.
Jean-Pierre ( Philippe Rebbot ) - il marito - sebbene non più giovane, spera ancora di riuscire ad avere successo nel mondo dello sport, mentre la madre, oramai anziana ( Hélène Vincent ), è bisognosa di continue cure e attenzioni.
Nicole ha anche due figli divenuti oramai adulti: Vincent ( Raphaël Ferret ), arruolato nella Marina Militare, e Arielle ( Manon Kneusé ) che non ha ancora preso piena consapevolezza del proprio ruolo di ragazza-madre .
Tra alti e bassi le giornate scorrono più o meno tranquille in casa Payan; questo, almeno, fino al giorno in cui Nicole non scopre di essere incinta.
Alla notizia del tutto inaspettata di questa gravidanza ciascun componente della famiglia reagirà inevitabilmente a modo suo…


Con questo suo primo lungometraggio Nadège Loiseau ha realizzato una gradevolissima commedia familiare con chiari risvolti sociali.
Al centro della storia troviamo infatti le vicende di una donna non più giovane che, all’improvviso, si ritrova a dover decidere se portare avanti o meno un'altra gravidanza; entrano così in gioco considerazioni alquanto delicate, che spaziano dalla consapevolezza di non avere più le stesse energie di un tempo da dedicare all’educazione di un nuovo figlio, alla preoccupazione di non disporre delle risorse economiche sufficienti per poterlo fare.
Ne “Il piccolo inquilino” si ride, ma soprattutto ci si emoziona, grazie anche all’incredibile bravura di Karin Viard; in questa pellicola l’attrice francese ci regala infatti un altro straordinario ritratto femminile, riconfermandosi così una delle più versatili e poliedriche interpreti dell’attuale cinema d’Oltralpe.


Titolo: Il piccolo inquilino ( Le petit locataire  )
Regia: Nadège Loiseau
Interpreti: Karin Viard, Philippe Rebbot, Hélène Vincent, Manon Kneusé, Antoine Bertrand
Nazionalità: Francia
Anno: 2016

domenica 13 gennaio 2019

IL GIOCO DELLE COPPIE di Olivier Assayas: una caustica riflessione sull’evoluzione dei rapporti di coppia e della diffusione della cultura nell’era del digitale.



Alain ( Guillaume Canet ) - intraprendente direttore di una storica casa editrice francese - è sposato con Selena ( Juliette Binoche ) - un’attrice alla ricerca di nuovi stimoli professionali - che tradisce con Laure ( Christa Théret ) - la sua giovane e attraente collaboratrice incaricata dello sviluppo delle edizioni digitali.
Léonard ( Vincent Macaigne ), invece, è da anni uno degli autori pubblicati dalla casa editrice di Alain; sposato con Valérie ( Nora Hamzawi ) - impegnata nell’organizzazione della campagna elettorale di un politico - ha però una relazione con Selena.
Tra riunioni di lavoro, cene e pranzi tra amici, e soprattutto incontri extraconiugali, il regista tratteggia il ritratto di una società ( non solo quella francese ) in continua trasformazione.


Il gioco delle coppie” è in effetti una caustica riflessione sull’evoluzione dei rapporti di coppia, nonché della diffusione della cultura nell’era del digitale.
Una commedia che potremmo definire “intellettuale”, caratterizzata da dialoghi tutt’altro che banali e che forniscono allo spettatore importanti spunti di riflessione non solamente sul futuro dell’editoria.
I personaggi principali della pellicola di Olivier Assayas, presentata alla 75° edizione della mostra del cinema di Venezia, conducono tutti una doppia vita, per giunta senza crucciarsene più di tanto, alla continua ricerca di qualcosa di nuovo, ma a ogni modo sprovvisti del coraggio sufficiente per cambiare radicalmente le proprie esistenze.


Titolo: Il gioco delle coppie ( Doubles vies  )
Regia: Olivier Assayas
Interpreti: Guillaume Canet, Juliette Binoche, Vincent Macaigne, Nora Hamzawi, Christa Théret
Nazionalità: Francia
Anno: 2018

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...