domenica 28 gennaio 2018

“Le cose che verranno” di Mia Hansen-Løve: il riscatto di una donna alle prese con una nuova e inaspettata libertà.


Nathalie ( Isabelle Huppert ) – appassionata docente di filosofia di mezza età – trascorre le sue giornate dividendosi fra la scuola e la famiglia.
Con due figli oramai indipendenti, una madre costantemente bisognosa di attenzioni e un marito – Heinz ( André Marcon ) - anche lui insegnante, un giorno la sua vita prende  una piega del tutto inattesa.
A seguito della morte dell’anziana genitrice e, soprattutto, dell’abbandono da parte del coniuge per un’altra donna, Nathalie si ritrova infatti spiazzata da una nuova e inaspettata libertà.
L’amicizia con Fabien ( Roman Kolinka ) – un suo ex-alunno, nei confronti del quale nutre da sempre una profonda stima – e una nuova cognizione di sé le permetteranno a ogni modo di guardare con una ritrovata serenità e un rinnovato entusiasmo al futuro, e a tutte le cose che verranno…


Mia Hansen-Løve, dopo aver focalizzato nelle precedenti pellicole la sua attenzione sulla problematiche relative alla gioventù, ne “Le cose che verranno” sposta invece il suo sguardo verso le gioie e ( soprattutto ) i dolori dell’età matura, veicolando l’inequivocabile messaggio che non è mai troppo tardi per ricominciare una nuova vita.
La giovane regista francese affronta infatti con estremo garbo e sensibilità l’inesorabile passare del tempo, ponendo al centro della storia la vicenda di una donna non più giovane, la quale, dopo aver creduto che la propria esistenza fosse oramai destinata a scorrere per sempre lungo gli stessi binari, si ritrova improvvisamente a dover riorganizzare la propria vita a seguito della separazione dal marito.
La sua grande passione per la filosofia, di cui è anche una fervente insegnante, nonché la sua incredibile forza d’animo, dopo un primo e più che comprensibile  momento di incertezza, la spingeranno comunque a riprendere in mano le redini della propria esistenza nella consapevolezza  che, anche senza un compagno al suo fianco, ha intorno a sé tutto ciò che può renderla felice.
Diretta questa volta da uno dei più interessanti nuovi talenti del cinema europeo, Isabelle Huppert ci regala un’altra grande prova di recitazione; quello di Nathalie, infatti, va ad aggiungersi alla già lunga lista dei personaggi da lei interpretati nel corso della sua straordinaria carriera cinematografica.


Titolo: Le cose che verranno ( L'avenir )
Regia : Mia Hansen-Løve
Interpreti: Isabelle Huppert, André Marcon, Roman Kolinka, Edith Scob
Nazionalità: Francia
Anno: 2016


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...